ricerca immobili

10 settembre 2014

Mutui, in due anni la rata è scesa di 110 euro

Il tasso variabile è sceso al 2,40%, quello fisso al 4,10%

Buone notizie per chi si appresta a comprare casa: le rate richieste dalle banche per le nuove erogazione sono scese ai minimi storici.
Sono infatti in diminuzione i valori dei parametri (Euribor per il tasso variabile, Eurirs per il fisso) che servono da base per il calcolo e sta diminuendo anche lo spread richiesto dagli istituti.

La forbice tra variabile e fisso è ancora molto ampia (170 centesimi) e su un prestito da 120mila euro a 20 anni la scelta del tasso variabili comporta per la rata iniziale un risparmio di 104 euro rispetto a quella del tasso fisso (630 euro contro 734).

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti, IMMOBILMENTE è anche la tua voce, fatti sentire...
Chiunque ritenga di sentirsi in qualche modo danneggiato dalla presenza di link al proprio sito può chiedere la rimozione dei link o la modifica degli stessi, anche con una semplice e-mail a hardwaristaesoftwarista@hotmail.it