ricerca immobili

18 luglio 2012

Mutuo troppo caro? «Ci sposiamo per ridurre lo spread».

Ma le banche fanno finta di non saperlo

Come funziona il fondo
Il fondo è riservato all'acquisto dell'abitazione principale per un ammontare non superiore a 200mila euro.

A chi è rivolto?
Possono aderire al fondo: giovani coppie coniugate (con o senza figli) o nuclei familiari anche mono genitoriali con figli minori.

Gli spread applicati sui mutui
È previsto infatti uno spread massimo 150 punti base (1,5%) sui mutui di durata superiore a 20 anni

Il punto dolente
In realtà, quello degli spread previsti dal fondo si è rivelato un vantaggio solo in seguito.

Alcune banche ignorano il fondo
A questo timore si aggiunge il fatto che molte banche starebbero facendo ostruzione.
In un contesto come quello attuale (con l'erogato di mutui a picco del 47% nel primo trimestre 2012 e la domanda crollata del 44% nel primo semestre come indicato oggi dal barometro Crif) e con costi di approviggionamento di capitali in rialzo per gli istituti di credito italiani


But banks do not pretend to know

How does the fund
The fund is for primary residences in an amount not exceeding 200 thousand euros.

Who is it for?
They can adhere to the bottom: young married couples (with or without children) or even single parent families with minor children.

The spreads on loans
Is thus laid down a maximum spread 150 basis points (1.5%) on loans of more than 20 years

The sore point
In fact, the spread provided by the fund has proved an advantage only later.

Some banks ignoring the bottom
At this fear is compounded by the fact that many banks they would be doing obstruction.
In a context like the present (with a peak throughput of mortgages by 47% in the first quarter of 2012 and demand plummeted by 44% in the first half today, as indicated by the barometer Crif) and costs of capital sourcing for rising Italian banks

source IlSole24ORE.com

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti, IMMOBILMENTE è anche la tua voce, fatti sentire...
Chiunque ritenga di sentirsi in qualche modo danneggiato dalla presenza di link al proprio sito può chiedere la rimozione dei link o la modifica degli stessi, anche con una semplice e-mail a hardwaristaesoftwarista@hotmail.it