ricerca immobili

7 novembre 2011

La situazione della compravendita immobiliare in Italia

Le case in vendita sono sempre tante e chi desidera acquistarne una ha davanti a sé una scelta molto ampia.

Ma com’è l’andamento del mercato immobiliare in Italia? Le case riescono ad essere vendute?

Purtroppo i dati non sono molto positivi.

Secondo un’indagine di mercato che riguarda il secondo trimestre del 2011, nel settore della vendita immobiliare si è registrato un nuovo sensibile calo, pari al -5,6%.

La flessione si registra in tutta Italia: al Sud, dove la dimunuzione delle compravendite è la più alta ed è pari al – 9,6%, al Centro dove si attesta intorno al – 7,8% e anche al Nord, dove si registra un calo del 4,4%.

Sia i capoluoghi che i piccoli centri registrano una flessione dell’acquisto di case: il calo più sostenuto è presente nei comuni non capoluoghi del Sud (- 10,9%) ma si assiste ad una diminuzione anche in quelli del Nord (- 2,2%).

Anche per quanto riguarda i capoluoghi la situazione non è ottimale: quelli del Centro e del Sud registrano un calo rispettivamente del – 7,3% e del – 6,2%.

La flessione più importante la si ha nelle otto città italiane più grandi per popolazione: tra queste quelle più colpite dalla crisi del mattone sono Palermo (- 8,5%), Napoli (- 7,5%) e Roma (- 7,3%), invece Bologna registra un calo relativamente contenuto (- 1,2%).

In controtenedenza altre città italiane come Milano, Genova, Torino e Firenze che hanno visto aumentare, seppur di poco, la compravendita immobiliare.

Il valore medio nazionale delle unità immobiliari residenziali è pari a 1.588 euro/m² ed è in aumento sia nei capoluoghi (2.299 euro/m²) sia nei comuni non capoluogo (1.322 euro/m²).

Per la compravendita immobiliare non è un buon periodo ma si spera in una ripresa del mercato il più veloce possibile.



Houses for sale are always many and who want to buy one is faced with a very wide range.

But as the trend of real estate in Italy? The houses are able to be sold?

Unfortunately, the data are not very positive.

According to a market survey covering the second quarter of 2011, in the field of real estate sales saw a significant decline again, equal to -5.6%.

The decline is recorded throughout Italy: the South, where the dimunuzione of sales is the highest and is equal to - 9.6%, where the center is around - 7.8%, and the North, where there is a decrease of 4.4%.

Both capitals to the small towns are decreasing the purchase of houses, the fall is more sustained in the capitals of the South is not common (- 10.9%) but there is a decrease in the North (- 2, 2%).

Also with regard to the main towns the situation is not optimal: those of the Centre and South respectively, saw a decline of - 7.3% and - 6.2%.

The decrease is more important is the eight largest Italian cities by population: among these the most affected by the crisis of the brick are Palermo (- 8.5%), Naples (- 7.5%) and Rome (- 7.3 %), but Bologna is declining relatively low (- 1.2%).

In controtenedenza other Italian cities like Milan, Genoa, Turin and Florence, which have seen an increase, albeit slightly, the buying and selling real estate.

The national average value of residential building units is equal to 1,588 euros / m² and is increasing in both capitals (2,299 euros / m²) is common in non-capital (1,322 euros / m²).

For the real estate is not a good time but hopefully in a market recovery as fast as possible.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti, IMMOBILMENTE è anche la tua voce, fatti sentire...
Chiunque ritenga di sentirsi in qualche modo danneggiato dalla presenza di link al proprio sito può chiedere la rimozione dei link o la modifica degli stessi, anche con una semplice e-mail a hardwaristaesoftwarista@hotmail.it