ricerca immobili

4 febbraio 2010

Il tribunale impiega 21 anni per vendere un attico a Roma

La Banca di Piacenza ha ultimamente incassato la quota di sua spettanza relativa a un’esecuzione immobiliare che ha interessato un (prezioso, e affascinante) attico che prospetta su Fontana di Trevi, con vista diretta sul Quirinale e meraviglioso panorama sull’intera capitale.
Il precetto di pagamento era stato notificato alla società proprietaria-debitrice il 9 giugno del 1988.
La vendita dell’immobile ad opera del notaio incaricato dal tribunale di Roma aveva avuto luogo il 22 febbraio 2006.
Il decreto del giudice dell’esecuzione per il pagamento è stato emesso il 15 aprile 2009.
Il pagamento ad opera della banca incaricata è avvenuto lo scorso 16 dicembre.
Tra il precetto di pagamento e il pagamento sono trascorsi 21 anni e 6 mesi.
Tanto, dunque, è durata la procedura di riscossione del (rilevante) credito.
La vicenda - che ha del paradossale, anche tenendo conto di certi problemi di carattere legale che nel suo corso hanno dovuto essere affrontati e decisi - si presta ad alcune considerazioni di fondo.

La prima.
L’esecuzione riguardava un attico a Fontana di Trevi, non un immobile degradato di una qualsiasi periferia.
A Fontana di Trevi, se uno alza un dito e dice che vuol vendere un attico lì situato, col primo americano che passa fa l’affare.
La giustizia italiana ci ha messo 21 anni e 6 mesi.
source il Giornale.it

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti, IMMOBILMENTE è anche la tua voce, fatti sentire...
Chiunque ritenga di sentirsi in qualche modo danneggiato dalla presenza di link al proprio sito può chiedere la rimozione dei link o la modifica degli stessi, anche con una semplice e-mail a hardwaristaesoftwarista@hotmail.it