ricerca immobili

14 dicembre 2009

Condomini in rosso con le spese, è boom di decreti ingiuntivi

Già 3 mila solleciti dal tribunale.
Viale Monza: 18 famiglie, palazzo «moroso» di oltre 50 mila euro


MILANO - Viale Monza 92, palazzo di ringhiera: 18 appartamenti, 50.942,87 euro di debiti, 6 de­creti ingiuntivi. In via Pietro Crespi 10, i decreti sono 17.
In tutta Milano, i decreti ingiunti­vi (gli ordini della magistratu­ra a pagare quel che non è sta­to pagato) sono, secondo le sti­me, «non meno di 3 mila».
Tanti condò­mini hanno l’abitudi­ne di ritardare o rin­viare le spese di con­domìnio.
Dopo il caso di via Crespi (10 case di proprietà degli italiani, 38 degli stranieri, pagamenti arretrati per un tota­le di 132 mila euro) ci sof­fermiamo su quello di viale Monza 92. Sempre nei paraggi, sempre conciato malissimo, sempre in debito.
In viale Monza le famiglie ita­liane sono quattro. Degli immi­grati, alcuni si sono infilati nel­le mansarde, trasformate in dormitori abusivi. Il rendicon­to al 31 dicembre 2008, l’ulti­mo in ordine di tempo visiona­bile, racconta di arretrati di tre anni sul versamento delle spe­se di pulizia e di 20 mila euro di ritardi nel pagamento dell’ac­qua. Il palazzo, fa sapere l’am­ministratore, è vicino al falli­mento.
Qualcuno, tra gli inqui­lini, «ha distrutto il citofono, ha distrutto il pulsante per apri­re il portone, ha distrutto i luc­chetti che chiudevano i varchi delle cantine limitandone l’ac­cesso solo agli aventi diritto».

CORRIERE DELLA SERA.it

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti, IMMOBILMENTE è anche la tua voce, fatti sentire...
Chiunque ritenga di sentirsi in qualche modo danneggiato dalla presenza di link al proprio sito può chiedere la rimozione dei link o la modifica degli stessi, anche con una semplice e-mail a hardwaristaesoftwarista@hotmail.it