ricerca immobili

23 giugno 2009

Sardegna: Gabetti, mercato immobiliare turistico in calo

Il mercato della seconda casa vive una fase di rallentamento. Le quotazioni hanno fatto registrare una flessione media del 7.1% in linea con quella del mercato residenziale. Questa contrazione è stata comunque abbastanza generalizzata, per quel che riguarda le diverse regioni italiane e i target di mercato e la Sardegna non fa eccezione. E' quanto è scritto nel Rapporto dell'ufficio studi di Gabetti Property Solutions sull'andamento del mercato immobiliare nelle località turistiche.

CAGLIARI -Frenata nel mercato delle case ad uso turistico anche in Sardegna. In particolare a Porto Cervo e Porto Rotondo si assiste ad un rallentamento del trend immobiliare ma il mercato è comunque discreto. I prezzi sono rimasti sostanzialmente invariati rispetto allo scorso anno e le trattative si svolgono " a corpo", data l'esclusività del singolo immobile. I tempi medi di vendita vanno dai sei agli otti mesi. Molto affollate nei mesi centrali, poco a giugno e settembre, Porto Cervo e Porto Rotondo sono realtà che non riescono a destagionalizzare nei mesi primaverili.

Sono sempre presenti gli arabi e saltuariamente si registrano richieste anche di qualche indiano. I canoni delle ville ad agosto sono proibitivi. Per soluzioni a Liscia di Vacca, con giardino, piscina, vicino alla spiaggia, con cinque camere e 10 posti letto, l'affitto per agosto è di 24-26 mila euro. I russi - secondo Gabetti - cercano la vicinanza al mare, la riservatezza, a volte demoliscono le ville per ricostruirle con il loro stile più negli interni (arredi e rifiniture). Vogliono ostentare molto. Cercano la spiaggetta o il molo privato, ma non direttamente sul porto, quanto nelle insenature più riparate. Il budget raramente è un problema per i russi disposti a spendere anche 20-30 milioni di euro per ville sul mare. Il Consorzio Costa Smeralda oltre a fornire tutti i servizi (vigilanza, pulizia strade, giardinaggio, eventi) valuta l'impatto di tutto quello che riguarda l'estetica dei palazzi, per cui ogni modifica deve essere autorizzata dal Consorzio attraverso un Comitato di Architettura. L'investitore di fascia alta desidera rimanere all'interno del perimetro del Consorzio, pur pagando una quota annuale si sente più garantito.

Gli italiani sono soprattutto settentrionali e in parte romani. Ad Alghero sono domandate le zone del Lido e del Centro Storico. I tempi di vendita sono abbastanza lunghi (7-8 mesi) e gli sconti richiesti in sede di chiusura delle trattative del 10-15%. Si è assistito ad una contrazione di prezzi e transazioni. Gli affitti stagionali sono in diminuzione a favore dei brevi periodi.
La disponibilità di spesa media per l'acquisto varia da 150 a 170 mila.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti, IMMOBILMENTE è anche la tua voce, fatti sentire...
Chiunque ritenga di sentirsi in qualche modo danneggiato dalla presenza di link al proprio sito può chiedere la rimozione dei link o la modifica degli stessi, anche con una semplice e-mail a hardwaristaesoftwarista@hotmail.it