ricerca immobili

3 giugno 2009

Nuovi focolai immobiliari!

Se mai qualcuno avesse ancora dei dubbi sull'incredibile correlazione sistemica di questa crisi, credo che le vicende degli ultimi giorni riferite all'improvviso rialzo dei tassi sui titoli a lungo termine, testimonino come un'eventuale ripresa dell'economia (se mai ve ne sarà realmente una sostenibile) possa rivelarsi l'ennesimo fuoco di paglia che potrebbe incendiare nuovamente la foresta pietrificata immobiliare.

CalculatedRisk ci dice che il rapporto tra i rendimenti dei titoli del tesoro a dieci anni e i tassi dei mutui ipotecari a 30 anni ( Freddie Mac ), la loro correlazione dal 1971 è molto alta. Sulla base di questa correlazione un rendimento del 3,7 % come quello raggiunto recentemente suggerisce un tasso all'incirca del 5,6 % dei mutui a trentanni il che ci riporta alle nostre ultime discussioni riaprendo anche solo temporaneamente la questione dei mutui ARMs.

Ricordate quando si sottolienava che una buona parte di questi mutui a tasso variabile essendo agganciati al libor e ai titoli di stato sembravano dissinescati dal crollo dei rendimenti a lungo termine....ebbene ora abbiamo una rappresentazione di cosa potrebbe accadere se per qualsiasi motivo i tassi a lungo dovessero schizzare al rialzo inseguendo le aspettative di inflazione, alquanto sterili peraltro.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti, IMMOBILMENTE è anche la tua voce, fatti sentire...
Chiunque ritenga di sentirsi in qualche modo danneggiato dalla presenza di link al proprio sito può chiedere la rimozione dei link o la modifica degli stessi, anche con una semplice e-mail a hardwaristaesoftwarista@hotmail.it