ricerca immobili

28 giugno 2009

Laigueglia compravendita con raggiro

Hanno rischiato di vendere un albergo di Laigueglia a due truffatori slavi residenti a Torino e perdere i centomila euro ottenuti dai malviventi con un raggiro.
Tre agenti immobiliari di Finale Ligure sono stati salvati dall'arrivo di una volante della polizia davanti ad una banca di Bologna, dove si erano recati per incassare la caparra per l'acquisto della struttura ricettiva.
Gli agenti della squadra volante bolognese hanno arrestato ieri mattina Gianni Marinkovic, 33 anni, e Marco Dragutinovic, 32 anni, per tentata truffa e rapina impropria. I soldi rubati dalla coppia sono tornati nelle mani dell'agenzia IMMOBILIARE con sede ad Albenga.
La storia e' iniziata il mese scorso, quando la societa' di mediazione ha ricevuto la telefonata di Gianni Marinkovic. Il trentatreenne si e' finto interessato all'acquisto di un hotel a Laigueglia. Qualche giorno dopo, il pregiudicato e' venuto in Riviera per vedere l'edificio e si e' detto disposto a pagarlo due milioni di euro.
I venditori hanno accettato l'offerta e le parti si sono date appuntamento davanti a un istituto creditizio di Bologna per il versamento dell'acconto. «Io vi portero' una valigia con centomila euro in contanti, ma a patto che voi portiate la stessa somma in banconote di piccolo taglio, in modo da versarla subito in banca su un conto corrente ed evitare problemi allo sportello», e' stata la richiesta del truffatore, accolta senza sospetti dagli immobiliaristi.
Ieri mattina, i cinque protagonisti si sono presentati all'incontro e i liguri hanno chiesto di vedere il denaro. Gli slavi hanno aperto una valigetta con undici mazzette di banconote false, contrassegnate dalla scritta fac-simile, per un valore di 1,2 milioni di euro. I delinquenti avevano pero' avuto l'accortezza di mettere in cima ad ogni pacchetto un biglietto autentico da cinquecento euro. Ingannati dalla vista dei soldi, i mediatori hanno estratto due buste con 100 mila euro veri. A quel punto, i ladri hanno spinto a terra un venditore e sono fuggiti su una Fiat Punto col denaro. Una pattuglia della polizia ha subito raccolto la segnalazione dei tre raggirati e ha bloccato i banditi a meno di un chilometro dal punto di ritrovo.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti, IMMOBILMENTE è anche la tua voce, fatti sentire...
Chiunque ritenga di sentirsi in qualche modo danneggiato dalla presenza di link al proprio sito può chiedere la rimozione dei link o la modifica degli stessi, anche con una semplice e-mail a hardwaristaesoftwarista@hotmail.it