ricerca immobili

29 maggio 2009

Mercato immobiliare ancora in crisi: a frenare il calo sono gli immigrati




di Paola Toscani

ROMA (24 maggio) - Meno mutui, meno acquisti di case, soprattutto da parte degli immigrati. E’ questo il binomio che, secondo Scenari immobiliari, spiega la battuta d’arresto di compravendite di case in Italia da parte di cittadini stranieri. L’istituto, che ha diffuso a marzo 2009 il primo "Osservatorio su immigrati e casa" intitolato “Dal boom allo sboom”, ha elaborato i dati raccolti sulla base di 620 interviste ad agenti immobiliari dislocati nelle province in cui si concentra il maggior numero di stranieri residenti.

Primo calo dopo quattro anni. Scenari Immobiliari sottolinea un dato: è la prima volta che si registra un calo degli acquisti, dopo ben quattro anni di crescita del settore. E la contrazione non è di poco conto. E’ vero che il ritmo degli acquisti aveva già dato segnali di rallentamento consistente già nell’autunno 2007. Rallentamento proseguito fino all’estate dell’anno scorso, per trasformarsi in un vero e proprio arresto. Il risultato è che a fine 2008, calcola l’istituto di analisi, il numero di compravendite è sceso del 23,7 per cento rispetto al 2007. Ancora più marcata la riduzione del fatturato (-30 per cento), mentre l’importo medio degli acquisti è sceso dai 124mila ai 113mila euro.

Il contributo degli immigrati. Ad impedire che il calo fosse ancora maggiore è stata la domanda degli immigrati che abitano in Italia da molti anni, che possono contare su un contratto di lavoro stabile per affrontare l’impegno delle rate e su risparmi accumulati nel tempo per coprire l’anticipo. La nazionalità più rappresentativa in questo senso è quella rumena che, alla fine dell’anno scorso, copriva il 38 per cento degli acquisti. Seguono gli immigrati di origine indiana e i cinesi.

Crisi anche nel 2009. Le cose non sono destinate ad andare meglio quest’anno. Scenari immobiliari prevede che alla fine la flessione sarà concentrata soprattutto nella prima metà del 2009, con un calo delle compravendite del 40 per cento rispetto al 2008. Su 90mila compravendite totali stimate per la fine dell’anno, l’istituto prevede infatti che solo 35mila verranno effettuate nel primo semestre. A partire dall’estate il numero di compravendite di case da parte degli immigrati dovrebbe rialzare la testa, in concomitanza con l’auspicata ripresa dei mercati finanziari.

Il problema mutui. Secondo Scenari immobiliari il fenomeno rientra nel più generale calo di domanda di immobili nel mercato residenziale da parte delle fasce a basso reddito, dovuto alla maggior difficoltà ad ottenere mutui dalle banche. Per gli immigrati le cose si complicano ulteriormente per via del fatto che il finanziamento richiesto è quasi sempre pari al 100% del capitale necessario per l’acquisto. Ma le offerte che coprono percentuali così alte sono ormai rarissime.

Le tipologie preferite dagli immigrati. Le quattro mura più ambite dagli stranieri, rileva Scenari immobiliari, sono le abitazioni tra i 50 e gli 80 metri quadri, in discreto stato di conservazione e comunque immediatamente abitabili. Per lo più si tratta di immobili situati nelle periferie: appena un quinto si trova nel centro storico.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti, IMMOBILMENTE è anche la tua voce, fatti sentire...
Chiunque ritenga di sentirsi in qualche modo danneggiato dalla presenza di link al proprio sito può chiedere la rimozione dei link o la modifica degli stessi, anche con una semplice e-mail a hardwaristaesoftwarista@hotmail.it