ricerca immobili

9 aprile 2009

In calo il mercato immobiliare commerciale in Svizzera

L’incontro della Banca Nazionale Svizzera (SNB) è previsto per giovedì 12 marzo a causa del clima economico in peggioramento.
I dati del PIL del quarto trimestre, diffusi recentemente, sono stati inferiori alle attese, con un calo dello 0,3% rispetto ai tre mesi precedenti.
Sinora, il ribasso si è concentrato perlopiù nelle spese in conto capitale, compreso le costruzioni e le esportazioni ma il rischio è che anche il settore domestico potrebbe cominciare a sentire gli effetti perché il quadro del mercato del lavoro ha cominciato a deteriorarsi.
Il tasso di disoccupazione, pari al 3,3%, a gennaio è salito ai livelli massimi di due anni.
I dati di febbraio, annunciati lunedì 9 marzo, forse mostreranno un ulteriore aumento del numero delle persone senza lavoro.

Considerando questi elementi, non sarebbe una sorpresa se la Banca Nazionale Svizzera deciderà di abbassare l’indice Libor a tre mesi portandolo in una nuova fascia compresa tra lo 0 e lo 0,75%, con un target specifico dello 0,25%.
Comunque, la questione più importante sarebbe capire se verranno adottate misure non convenzionali per la politica monetaria svizzera.

-L’analisi più recente sul settore immobiliare commerciale globale di Rics dimostra che il mercato immobiliare in Svizzera in questo momento sta soffrendo per il debole clima economico e per le difficili condizioni di liquidità.
La domanda degli affittuari è scesa bruscamente mentre gli appartamenti disponibili sono saliti in modo marcato.
Di conseguenza, le aspettative degli affitti si sono spostate ulteriormente in territorio negativo, i valori del capitale stanno scendendo e si pensa che molto probabilmente i rendimenti continueranno a salire.
Il pensiero generale per cui l’economia svizzera subirà una contrazione di almeno il 2% quest’anno è conforme alla direzione pessimistica degli indicatori sul futuro per il mercato immobiliare commerciale.

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuti, IMMOBILMENTE è anche la tua voce, fatti sentire...
Chiunque ritenga di sentirsi in qualche modo danneggiato dalla presenza di link al proprio sito può chiedere la rimozione dei link o la modifica degli stessi, anche con una semplice e-mail a hardwaristaesoftwarista@hotmail.it