ricerca immobili

16 luglio 2015

Le 11 isole greche più «economiche», ora in vendita.

Anzi, in svendita: a prezzi stracciati

Le 11 isole greche più «economiche», ora in vendita.

Fare cassa, e subito.

Questo il diktat imposto a Tsipras dall’Europa.

Dagli aeroporti alle autostrade, dai porti alla rete di distribuzione elettrica: il governo greco si vede costretto a mettere in vendita i beni pubblici per ripagare l’Esm (il meccanismo europeo di stabilità o Fondo salva Stati europeo).

Tra questi beni ci sono anche le isole, un mercato parecchio appetibile, riservato però a chi può disporre di grandi somme di denaro. Sono circa 6.000, anche se non è chiaro quante ne possieda effettivamente il governo di Atene.

Tuttavia, ci sono molte possibilità che molte di queste vengano presto messe in vendita, innanzitutto da parte di investitori privati (che dovranno quasi certamente affrontare aumenti della tassazione sulle proprietà immobiliari).

Lo Stato, in prospettiva, potrebbe fare lo stesso, liquidando i gioielli dell'Egeo.

La prima isola ad essere venduta: la mitica Skorpios, comprata nel 2010 per 158 milioni di dollari dalla 25enne Ekaterina Rybolovleva, ereditiera dell’oligarca russo Dmitry Rybolovlev.

Oggi, i prezzi sono decisamente scesi rispetto ai livelli pre-crisi

source CORRIERE DELLA SERA.it

3 luglio 2015

Casa, crollano i prezzi

Nel primo trimestre 2015 -3,4%

Rispetto all’anno precedente.

Il 2015 si apre «con una conferma della tendenza al ribasso dei prezzi delle abitazioni in atto da più di tre anni».
Nel primo trimestre 2015 l’indice dei prezzi delle abitazioni diminuisce dello 0,7% rispetto al trimestre precedente e del 3,4% rispetto allo stesso periodo del 2014.

Lo comunica l’Istat, sulla base delle stime preliminari, aggiungendo che pertanto il 2015 «si apre con una conferma della tendenza al ribasso dei prezzi delle abitazioni in atto da più di tre anni».

source CORRIERE DELLA SERA.it

10 giugno 2015

Casa, Confcommercio: "A Roma mercato immobiliare in ripresa"

Registrato nel quarto trimestre del 2014 +19.8% di transazioni. Si tratta dei primi dati positivi dal 2008

Il mercato immobiliare romano ha fatto registrare nel quarto trimestre del 2014 +19.8% di transazioni, +13.9% nel risultato annuale, rispetto allo stesso periodo del 2103. Si tratta dei primi dati positivi dal 2008, anno in cui è cominciata la severa flessione che ha portato a un calo complessivo del 50% di compravendite rispetto a oggi.

Il 2014 si chiude infatti con i prezzi in leggera discesa, -4,5%, nei primi mesi del 2015 la percentuale si attesta al -2% per stabilizzarsi con tutta probabilità nel secondo trimestre.

Le previsioni parlano di un anno o due per andare verso un saldo positivo".

source la Repubblica.it

31 maggio 2015

Di quanto sono scesi i prezzi degli immobili dal 2007 ad oggi?

Nella seconda parte del 2014, i prezzi delle case nelle principali città italiane sono scesi del 4,2% rispetto al primo semestre dell'anno, con una caduta complessiva del 7,2% rispetto al 2013.

A dirlo è uno studio di Tecnocasa e di Confesercenti che ha analizzato l'andamento del valore degli immobili dal 2007 ad oggi

Andamento nel secondo semestre del 2014
Secondo lo studio realizzato da Tecnocasa e Confesercenti, Genova è la città che nel secondo semestre dell'anno ha segnato uno dei maggiori ribassi (-9,2%), seguita da Napoli (-6,9%). Milano perde il 2,6% del valore, mentre la Capitale il 3,6%.

Analizzando i prezzi per aree geografiche, abbiamo una diminuzione del 4,7% nel Nord Italia, del 4,2% nel Sud Italia e del 5,0% nell'Italia Centrale.

source idealista

23 maggio 2015

dopo sette anni il mercato della casa torna a crescere

Dopo sette anni di lunga discesa, nel 2014 torna a crescere il mercato della casa.
Lo dice il Rapporto Immobiliare 2015 realizzato dall'Agenzia delle Entrate con Abi.
Lo scorso anno le transazioni si sono assestate a 421mila unità, in aumento del 3,5%, comunque al di sotto dei valori registrati alla fine degli Anni '80.

Effetti della crescita secondo il Rapporto, il dato "moderatamente positivo, dipende in parte dall'entrata in vigore, il 1º gennaio 2014, del nuovo regime delle imposte di registro, ipotecaria e catastale applicabile agli atti di trasferimento a titolo oneroso di diritti reali immobiliari".

15 maggio 2015

Mutui: boom di domande, ma importi ai minimi storici

La domanda di mutui da parte delle famiglie italiane mostra ancora segnali di estrema vitalità, se si guarda al numero di quelle presentate, ma gli importi sono ai minimi storici.
 
Un segnale che testimonia quanto la piena ripresa dell'attività economica sia ancora lontana e quanto la propoensione degli italiani sia ancora conservativa.

I dati emergono dal Barometro Crif, secondo il quale le domande sono cresciute del 71,9% ad aprile, rispetto allo stesso mese del 2014.
Si tratta del record assoluto in termini di incremento, che ha riportato i volumi vicini ai livelli di 5 anni fa, ovvero prima del crollo verticale registrato a partire dalla metà del 2011.

source la Repubblica.it